22 Febbraio 2016

Tocai Friulano alias Friulano

Tanto e troppo si è scritto del Tocai Friulano o Friulano: tante leggende e opinioni diverse sono iniziate a prosperare nella sua orbita.

Come premessa il Tokaj/Tokaji (Ungherese) e il Friulano (Tocai Friulano) non hanno nulla in comune se non la somiglianza nel nome.


Il Tokaj Ungherese come zona vitivinicola e Tokaji come vino hanno entrambi una storia molto più lunga del Friulano. Le prime testimonianze di vitigni nella zona di Tokaj risalgono già al 1100 il vino Tokaji invece viene fatto risalire al 1700. 

Vigna di Tocai Friulano
Vigna di Tocai Friulano

Nel 1800 tanti viticoltori presero in ‘’prestito’’ il nome Tokaj per la fama del territorio e del vino. Nel 1877 nel Saggio di una ampelografia universale – Di Rovasenda elencò tutte le varietà che sotto il nome Tokaj erano diffuse in diversi paesi. Di tutti i vitigni nominati uno stava prendendo un autonoma collocazione. Riportato negli anni seguenti (1869) da Ampelografia provinciale trevigiana come: ‘’varietà preferibile per vino da lusso […] un’uva Tokai bianca; e anche (1875) nell’Ampelografia – De Maria e Aleardi viene citato un Tokai derivato da un tralcio spedito dal Marchese Incisa di Rocchetta Tanaro e veniva definito ‘’diverso dal Tokai Furminto Princesse e dal Tokai Pinot gris’’.

Possiamo dunque pensare che all’epoca (1870) esistesse un vitigno denominato Tokai e diffuso in provincia di Alessandria e nel Veneto che dava ottimi vini e non riconducibile ad altri. Poi nel 1933 nel Corriere vinicolo del 21 settembre il nome fu cambiato in Tocai per evitare la confusione con il vitigno Tokaj ungherese e per evitare equivoci con altri ‘’Tokaj’’ coltivati in Italia si preferì adottare la dicitura Tocai Friulano.

Nel 2003 iniziò la battaglia legale che portò alla cancellazione del nome Tocai Friulano per il vino e poi anche dall’elenco nazionale dei vitigni, sostituito in entrambi i casi dal nome Friulano.

Grappolo di Tocai Friulano
Grappolo di Tocai Friulano

Ma da dove proviene questo vitigno?

La prima strada ovviamente ci portò in Ungheria; che poi si rilevò totalmente errata. Nel 1911 Sannino per primo notò delle somiglianze tra il Sauvignon e il Tokaj del Veneto; per la prima volta si accreditava l’origine francese del vino.

Molti anni dopo (1986) nell’Università di Davis in California il prof. Calò noto una somiglianza tra il Sauvignonasse, stesse foglie del Sauvignon ma diverso il grappolo, e il Tocai Friulano. A Conegliano poi grazie alle nuove tecnologie di ricerca, con analisi biochimiche e molecolari sul DNA fu stabilito per certezza che il Tocai Friulano è il Sauvignonasse, vecchio vitigno francese.

Per la stesura di questo articolo, abbiamo usato il materiale messo a disposizione dall’amico Claudio Fabbro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna agli altri articoli

Offerte per il negozio,
eventi in cantina,
novità dal mondo Fiegl

Una volta al mese
nella tua casella di posta.